Bonus pubblicità 2018: requisiti, regole e importo dell’agevolazione

Manca poco alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo sul bonus pubblicità 2018!

Nel frattempo, con un comunicato pubblicato il 7 giugno, il Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria rende note, a grandi linee, i requisiti, le regole e l’importo del credito d’imposta per il quale, tuttavia, non si può ancora presentare domanda.

Avranno diritto a richiedere il credito d’imposta i soggetti titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo, nonché gli enti non commerciali, che effettuano investimenti in campagne pubblicitarie a partire dal 2018 di valore incrementale rispetto a quanto effettuato nell’anno precedente sugli stessi mezzi di informazione (tv e radio analogiche e online, giornali quotidiani e periodici).

Per richiedere il bonus pubblicità 2018, quindi, sarà necessario che l’investimento in pubblicità superi almeno dell’1% il valore di quello dell’anno precedente. Così come chiarito, per stessi mezzi di informazione non si intende la testata di stampa o radio-tv, bensì il tipo di canale informativo.

Sulla spesa incrementale sostenuta dall’impresa o dal lavoratore autonomo l’importo del credito d’imposta spettante sarà pari al 75%, innalzato al 90% per le micro, piccole e medie imprese, e startup innovative.

In sede di prima applicazione, tuttavia, l’importo del bonus sarà pari al 75% per tutti e soltanto successivamente, dopo l’approvazione della Commissione Europea sulla maggiorazione al 90%, le risorse aggiuntive saranno assegnate ai rispettivi beneficiari.

Il decreto, secondo quanto anticipato, stabilirà inoltre che in caso di domande superiori alle risorse, l’importo del bonus pubblicità 2018 verrà ripartito in percentuale tra tutti i richiedenti aventi diritto.

L’investimento per questo tipo di agevolazione ammonta per il 2108 a 62,5 milioni di euro, così suddivisi:

  • 50 milioni per gli investimenti riguardanti la stampa, inclusa stampa on line
  • 12,5 milioni per gli investimenti riguardanti le emittenti radio televisive.

Vengono, inoltre, rese note le istruzioni e le regole per presentare domanda.

L’istanza per il bonus deve essere presentata esclusivamente per via telematica, che costituirà una sorta di prenotazione, da inviare all’Agenzia delle Entrate.

In merito alla scadenza, sarà necessario attendere la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale: a partire da tale data, la domanda dovrà essere inviata entro trenta giorni a decorrere dal sessantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale.

Sistema Impresa Roma
Sistema Impresa Roma

Lascia un commento