Archivio per categoria News

Credito d’imposta formazione 4.0: online i chiarimenti

È on line la circolare che fornisce chiarimenti sull’applicazione del “credito d’imposta formazione 4.0”, in particolare su:

  • termine per il deposito dei contratti collettivi aziendali o territoriali;
  • ammissibilità della formazione on line;
  • cumulo del credito d’imposta con altri incentivi alla formazione.

La circolare precisa che i contratti collettivi aziendali o territoriali cui fa riferimento la disciplina devono essere sottoscritti a partire dal 1° gennaio 2018 e possono essere depositati anche successivamente allo svolgimento delle attività formative, ma comunque entro la data del 31 dicembre 2018.

In materia di cumulo, viene inoltre chiarito che, nel caso in cui l’aiuto alla formazione concorrente con il credito d’imposta abbia a oggetto anche i costi del personale impegnato nelle attività di formazione, l’impresa dovrà verificare che il cumulo dei due incentivi non superi l’intensità massima prevista dal regolamento n. 651/2014 per gli aiuti alla formazione.

 

Fonte: https://www.mise.gov.it/index.php/it/198-notizie-stampa/2038890-credito-d-imposta-formazione-4-0-online-i-chiarimenti

Posticipata l’Assemblea di Sistema Impresa Roma

Si avvisa che l’Assemblea ordinaria e straordinaria dell’Associazione Sistema Impresa Roma, convocata rispettivamente alle ore 08:00 e alle ore 17:00 del giorno 29 dicembre 2018 è rinviata al giorno 14 gennaio 2019 alle ore 8:00 e alle ore 17:00, con il medesimo odg (rinnovo delle cariche dell’associazione, varie ed eventuali), presso Via Valadier, 36 in Roma.

Convocata l’Assemblea di Sistema Impresa Roma

E’ convocata a Roma, in Via Valadier, 36, l’Assemblea ordinaria e straordinaria dell’Associazione Sistema Impresa Roma, in prima convocazione, alle ore 8 del 29 dicembre e, occorrendo, in seconda convocazione, alle ore 17 dello stesso giorno, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno: 1) rinnovo delle cariche dell’Associazione; 2) varie ed eventuali.

Quale il posto dell’Arte nella Medical Education? – 16 novembre Roma

Sistema Impresa Roma sponsorizza l’evento “Quale il posto dell’arte nella Medical Education?” che si terrà il 16 novembre 2018 presso il Museo della Civiltà all’Eur.

Può l’Arte giocare un ruolo importante nell’educazione medica?

Gli studi  hanno suggerito che l’Arte può essere  utilizzata per rispondere alle diverse esigenze della formazione del personale sanitario: abilità osservative,  migliore comunicazione,  empatia, oltre che migliore resilienza per limitare il rischio di stress e il burnout.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il programma dell’evento e la pagina web della Facoltà di Farmacia e Medicina di Roma.

Per partecipare, si prega di inviare una richiesta all’indirizzo info@sistema-impresa-roma.org

Workshop tematici sul Nuovo Regolamento UE 2016/679 – GDPR

Vista la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2018, del Decreto Legislativo 10 agosto 2018, n. 101 con le disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679, Sistema Impresa Roma ha organizzato dei Workshop tematici e periodici, al fine di consentire alle imprese un più semplice adempimento delle norme.

La partecipazione ai Workshop, oltre che un’occasione di confronto tra gli addetti ai lavori e le imprese, prevede il rilascio di un attestato di frequenza, utile a certificare l’impegno da parte dell’impresa a perseguire la strada dell’adeguamento alla luce degli aggiornamenti dettati dal Garante in ambito della Guida all’applicazione del Regolamento Europeo, e a dimostrare, in sede di eventuale verifica ispettiva, l’avvio della procedura di adempimento, al fine di non subire le pesanti sanzioni* previste.

E’ possibile scegliere uno dei seguenti appuntamenti, che si terranno presso la sede di Sistema Impresa Roma, in Piazzale delle Belle Arti, 6 – 00196 Roma, nelle date:

  • 21/09/2018 dalle 11.00 alle 13.00
  • 28/09/2018 dalle 11.00 alle 13.00
  • 05/10/2018 dalle 11.00 alle 13.00
  • 12/10/2018 dalle 11.00 alle 13.00
  • 19/10/2018 dalle 11.00 alle 13.00

Il percorso formativo sarà accompagnato da uno sportello di ascolto per le imprese associate, che rimarrà attivo per 12 mesi.

La partecipazione ai workshop è totalmente gratuita.

Per informazioni e iscrizioni: info@sistema-impresa-roma.org | 06/45596705

*Sanzioni – Sarà il Garante a decidere l’entità delle sanzioni, in base agli elementi raccolti durante la fase ispettiva della Guardia di finanza. Il Garante, secondo l’art. 83 del Regolamento, garantirà inoltre che essa sia effettiva, proporzionata e dissuasiva. Il Garante Italiano detiene ancora il record per la più alta sanzione comminata, con la cifra di 11 milioni di euro, ottenuta sanzionando una società inglese e 4 aziende italiane.

CHIUSURA ESTIVA UFFICI

Gli uffici della sede di Sistema Impresa Roma rimarranno chiusi dal 13 al 24 Agosto.

Le attività riprenderanno regolarmente il 27 Agosto con il consueto orario giornaliero (9 – 18).

Cogliamo l’occasione per augurare a tutti buone ferie!

Opportunità per le imprese: corsi e master universitari a costo zero!

Grazie alla convenzione che Sistema Impresa Roma ha stipulato con l’Universitas Mercatorum, le aziende che aderiranno a FormAzienda, avranno la possibilità di far partecipare senza alcun costo i propri dipendenti ad uno dei corsi/master di seguito elencati.

Sistema Impresa Roma, infatti, si farà carico del costo d’iscrizione ai corsi per ciascun dipendente delle aziende aderenti.

 

– ELENCO DEI CORSI-

 

  COMMERCIALE E MARKETING

 

  COMUNICAZIONE

 

  MANAGERIALE

 

  LINGUE E ICT

 

  LEGALE

 

  AMMINISTRAZIONE E FINANZA

 

  SICUREZZA SUL LAVORO

 

 

ETICHETTATURA ALIMENTARE: NUOVE SANZIONI DAL 9 MAGGIO SCORSO

Dal 9 maggio 2018 è entrato in vigore il D. Lgs. 15 dicembre 2017, n. 231 recante “Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni del regolamento (UE) n. 1169/2011, relativo alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori e l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del medesimo regolamento (UE) n. 1169/2011 e della direttiva 2011/91/UE ai sensi dell’articolo 5 della legge 12 Agosto 2016, n. 170 «Legge di delegazione europea 2015»”.

Al fine di agevolare i soggetti interessati ad adempiere agli obblighi di legge, presso Sistema Impresa Roma, Associazione di rappresentanza dei soggetti imprenditoriali e professionali del territorio, è attivo il servizio di consulenza in materia di igiene e sicurezza degli alimenti che, grazie al contributo di professionisti del settore e l’esperienza in “aula” dello Chef Alberto Colacchio, prevede:

  • servizio gratuito di controllo e visione della documentazione aziendale;
  • sopralluogo gratuito nella sede dell’impresa per la verifica della conformità alle leggi in vigore;
  • corsi di formazione base e aggiornamento igiene degli alimenti (per le imprese iscritte all’Ente Bilaterale EBITEN o aderenti al Fondo Formazienda i corsi sono gratuiti);
  • corsi di formazione sull’innovazione, marketing e sicurezza in cucina, CUCINA SI-CURA, format creato dallo Chef Alberto Colacchio, che mira a creare una rete di imprese contraddistinte dal marchio CUCINA SI-CURA (per le imprese aderenti al Fondo Formazienda i corsi sono gratuiti);
  • creazione e predisposizione di menù ad hoc, del menù per i pubblici esercizi con l’indicazione degli ingredienti e degli allergeni a costi vantaggiosi per le imprese associate.

Nell’articolo che segue, il dettaglio della disciplina.

 LE DISPOSIZIONI DI MAGGIOR INTERESSE PER LE IMPRESE

Ciò che maggiormente interessa i ristoranti, i bar e le strutture ricettive in genere riguarda i seguenti punti:

  • l’obbligo di indicazione degli allergeni per i prodotti somministrati sul menù, apposito registro o altra modalità, ma sempre supportata da una precisa documentazione scritta, facilmente reperibile dai consumatori e dalle autorità di controllo;
  • la conferma della disciplina del cartello recante l’indicazione di tutti gli ingredienti per i prodotti di gastronomia, gelateria, pasticceria e panetteria (tuttavia, l’obbligo di indicazione degli allergeni deve avvenire in riferimento al singolo prodotto);
  • l’indicazione di decongelato sui prodotti con applicazione delle deroghe previste.

La norma è correlata alle indicazioni obbligatorie sulle etichette degli alimenti.

Una delle novità più importanti riguarda, appunto, l’indicazione degli allergeni che deve essere evidenziata con carattere diverso rispetto agli altri ingredienti per dimensioni, stile o colore, in modo da permettere di visualizzarne rapidamente la presenza.

Anche i prodotti sfusi, quindi, devono riportare obbligatoriamente l’indicazione della presenza degli allergeni che dovrà essere segnalata anche sui prodotti somministrati nei ristoranti, mense, bar e via dicendo. Nel caso di presenza di “oli vegetali” o “grassi vegetali” dovrà essere presente un apposito elenco che ne indicherà l’origine specifica (es. olio di palma, olio di cocco, grassi idrogenati ecc.)

SOGGETTI INTERESSATI

L’obbligo non riguarda esclusivamente i pubblici esercenti, ma si estende a tutti coloro che vendono o somministrano alimenti.

Il cliente deve obbligatoriamente essere informato riguardo la presenza, anche semplicemente ipotetica, di ingredienti allergenici. La norma coinvolge quindi svariate categorie dai ristoratori ai gestori di chioschi, dalle mense agli esercizi di catering.

QUALI SEGNALAZIONI SUL REGISTRO?

Come già sottolineato l’obbligo da parte di ristoratori e operatori del settore di dotarsi di un registro degli allergeni è entrato in vigore il 9 maggio 2018, ed è bene sapere quali sono gli elementi che devono essere comunicati ai nostri clienti tramite l’apposito registro.

Sebbene il Ministero abbia previsto l’ipotesi che l’informazione sugli allergeni possa essere offerta su richiesta del consumatore, l’operatore non è comunque esonerato dall’obbligo di mantenere a disposizione della clientela un registro scritto. Nel registro devono essere elencati gli ingredienti contenuti in ciascuno degli alimenti in offerta ed evidenziate tutte le comunicazioni relative agli allergeni presenti nei cibi somministrati.

E’ necessario infatti specificare, in modo dettagliato e puntuale, l’eventuale presenza di ingredienti allergenici, per tutti gli alimenti venduti (preimballati, preincartati e sfusi) così come per quelli preparati, serviti o comunque somministrati.
Le informazioni devono riguardare ogni singolo piatto o prodotto, e devono riportare (in casi specifici anche tramite la formula ‘può contenere’) un’indicazione esatta degli ingredienti allergenici presenti.

Quindi sarà cura del ristoratore segnalare l’eventuale presenza di ‘grano’ e non più genericamente “cereali”, piuttosto che ‘noci’ anziché “frutta con guscio”.

Elenchi generici delle 14 categorie di sostanze previste dal reg. UE 1169/11 sono da ritenersi del tutto inammissibili, e anzi sinonimo di mancata attenzione da parte dell’operatore verso i propri doveri di autocontrollo e prevenzione dei rischi da contaminazione involontaria.

Passiamo alla comunicazione al cliente. L’informazione sugli allergeni può essere condivisa con il cliente attraverso svariati strumenti quali ad esempio un menù, un tablet o un registro cartaceo purché:

  • siano sempre a disposizione dell’utente finale che necessiti di consultarle (poiché per questione di privacy su dati sensibili, come eventuali allergie individuali, il cliente non deve essere costretto a fare richiesta del registro degli allergeni ma deve avere la possibilità di consultarlo autonomamente);
  • esista un registro cartaceo per eventuali verifiche d’informazione sugli allergeni da parte delle autorità di controllo preposte.

ELENCO DEI PRINCIPALI ALLERGENI

Di seguito un elenco dei principali allergeni segnalati anche dal Ministero della Salute in un apposito opuscolo sull’argomento:

  1. Cereali contenenti glutine: grano, segale, orzo, avena, farro
  2. Crostacei e prodotti a base di crostacei
  3. Uova e prodotti a base di uova
  4. Pesce e prodotti a base di pesce
  5. Arachidi e prodotti a base di arachidi
  6. Soia e prodotti a base di soia
  7. Latte e prodotti a base di latte
  8. Frutta a guscio: mandorle, nocciole, noci, noci di acagiù, noci di pecan, noci del Brasile, pistacchi, noci macadamia e i loro prodotti
  9. Sedano e prodotti a base di sedano
  10. Senape e prodotti a base di senape
  11. Semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo
  12. Anidride solforosa e solfiti
  13. Lupini e prodotti a base di lupini
  14. Molluschi e prodotti a base di molluschi

LE SANZIONI PREVISTE

Per chi non si atterrà alla norma che obbliga gli esercenti a segnalare l’eventuale presenza di allergeni nei cibi serviti, il Decreto prevede precise sanzioni.

L’Art. 5 del Decreto “Violazione degli obblighi relativi all’apposizione delle indicazioni obbligatorie di cui all’Art 9, Paragrafo 1, Art. 10 Paragrafo 1 e allegato III del regolamento”, presenta la prima dimostrazione di come l’attenzione del legislatore sia concentrata in particolare sull’informazione sugli allergeni. Se infatti la mancata apposizione delle altre indicazioni obbligatorie comporta una sanzione da € 3.000 a € 24.000, quella relativa agli allergeni lievita da € 5.000 a € 40.000 (tale sanzione non è applicabile se l’operatore, accortosi dell’errore di etichettatura, abbia avviato la procedura di ritiro dal mercato prima dell’accertamento da parte dell’Autorità Competente).

Non dimentichiamoci inoltre che il mancato rispetto dell’obbligo di informazione sugli allergeni nelle etichette dei prodotti e nei menu dei pubblici esercizi può andare a discapito del ristoratore in termini di brand reputation, che per attività commerciali come bar e ristoranti è il fulcro della strategia di business.

Per approfondimenti e informazioni generali, contattateci senza esitazioni allo 06/45596705 oppure a info@sistema-impresa-roma.org

L’intervista al Presidente di Sistema Impresa Roma Raffaele Greco

Il contesto economico romano è specchio del Paese. Benché la capacità di tenuta sia superiore rispetto alla media nazione, la provincia necessita di un rilancio del tessuto produttivo, specie nella capitale.

Di seguito, l’intervista all’avvocato Raffaele Greco, presidente di Sistema Impresa Roma.

Presidente, quali sono le priorità del territorio dal punto di vista economico?

Il contesto economico del territorio romano, pur confermando una capacità di tenuta superiore alla media nazionale, sconta gli effetti di una progressiva contrazione dell’attività economica, legata alle tensioni sui mercati finanziari e all’indebolimento del ciclo economico internazionale. Penso che il sostegno alle imprese e, soprattutto, alle micro, piccole e medie imprese, che costituiscono da sempre la spina dorsale della nostra economia, sia dunque una priorità non solo per i nostri associati ma per l’intero Paese, che ha bisogno di un immediato rilancio dell’economia e, di conseguenza, del mercato del lavoro. In quest’ottica, condivido naturalmente l’importanza di temi di cui si sta parlando molto in questo periodo, quali la riduzione della pressione fiscale anche legata alle tasse locali, la necessità che la Pubblica Amministrazione saldi i propri debiti nei confronti delle imprese ma tenendo in considerazione il rilancio del tessuto produttivo della città, a partire dal terziario.

Ritengo che tali iniziative vadano accompagnate da politiche attive che rivestono un ruolo cruciale quali, ad esempio, la formazione e l’accesso al credito, che sono da sempre al centro dell’azione della Confederazione Sistema Impresa.

Sistema Impresa Roma è molto dinamica. Quali sono i progetti relativi al 2018?

Credo che la nostra realtà associativa e tutti i servizi che essa è in grado di offrire alle imprese abbiano un ruolo strategico nell’ambito della Provincia di Roma così come in qualsiasi realtà territoriale italiana; d’altra parte, è ben noto che la micro, piccola e media impresa, principale destinataria dei servizi della nostra Associazione, costituisce l’ossatura stessa dell’economia italiana.

La nostra attenzione è mirata a calibrare sempre più i nostri servizi in relazione alla specificità dell’economia romana; ad esempio, con riferimento al tema della formazione, svolgiamo con continuità analisi dei fabbisogni formativi delle aziende presenti sul territorio della Provincia di Roma, al fine di adeguare i nostri servizi alle esigenze specifiche dei nostri associati. Attuando così azioni di promozione e pubblicizzazione dell’Associazione stessa che ad oggi detiene l’onere di rappresentare circa 2.000 imprese per un totale di circa 15.000 dipendenti.

Il nostro impegno per il corso del 2018 è quello di puntare alla realizzazione di attività di rilievo per gli associati e per le aziende del territorio. A breve partirà il Progetto Cucina Si-cura grazie al quale si mirerà a sviluppare l’economia del territorio migliorando la competitività delle imprese del settore ricettivo attraverso la valorizzazione delle competenze dei lavoratori in materia di sicurezza in cucina e di benessere psicofisico legato al buon cibo. Contestualmente l’intento è quello di creare una rete di eccellenza legata da un unico brand, un marchio distintivo di qualità e di professionalità che unisca i migliori ristoranti del territorio.

Quali servizi offre l’associazione?

 Tutti i servizi che offre il sistema nazionale: convenzioni particolari per le imprese, formazione, consulenza, confidi. Sistema Impresa Roma garantisce ai propri associati l’opportunità di usufruire del Fondo Formazienda per il finanziamento di attività formative, anche obbligatorie, finalizzate all’acquisizione, al consolidamento e allo sviluppo delle competenze professionali. Di Ebiten Lazio per la gestione condivisa di attività in materia di welfare, occupazione, mercato del lavoro, formazione anche in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Attraverso Ebiten Lazio è possibile, inoltre, presentare le dimissioni telematiche o le risoluzioni consensuali on line tramite il portale cliclavoro; usufruire dell’attività di intermediazione tra domanda e offerta di lavoro; certificare i contratti di lavoro e di appalto.  Di FIDICOM-ASVIFIDI-ANTALI per agevolare l’accesso al credito delle PMI rilasciando garanzie collettive alle banche convenzionate fino al 50% del valore dell’affidamento concesso ai soci.

Recentemente abbiamo istituito lo Sportello “Business Development”, un punto di accoglienza per le imprese a cui fornire informazioni e assistenza sui canali della formazione, sugli appalti pubblici e su tutte le occasioni utili ad accrescere la competitività e cultura aziendale. Inoltre, con l’entrata in vigore del nuovo General Data Protection Regulation (GDPR) lo scorso 25 maggio, abbiamo ritenuto utile attivare lo Sportello Privacy, un punto di riferimento affidabile per rispondere a tutti i quesiti specifici ed offrire una prima attività di tipo consulenziale.

Al fine di rendere maggiormente fruibili i nostri servizi, a marzo abbiamo pubblicato il restyling del nostro sito www.sistema-impresa-roma.org, con un layout ed una grafica più facile e intuitiva. La nuova versione del sito istituzionale desidera essere un prezioso strumento di contatto e informazione per tutti coloro che vogliano conoscere o approfondire meglio la nostra filosofia, i nostri servizi ed il nostro modo di lavorare.

Tra i servizi a disposizione delle imprese aderenti, SI Roma ha aderito al progetto sportelli in rete MEPA che sul territorio sta andando molto bene.

Presso Sistema Impresa Roma è attivo dal mese di Giugno 2017 lo Sportello CONSIP che fornisce assistenza per la registrazione e l’abilitazione al MEPA (Acquisti in rete per le Pubbliche Amministrazioni) alle imprese presenti nella Regione Lazio. Per favorire l’accesso alle micro, piccole e medie imprese sono state formate, direttamente da Consip, due figure specifiche con il compito di raccogliere le richieste di abilitazione ed istruire le imprese ad entrare nel virtuoso circuito MEPA. Grazie alla costruzione di un catalogo online, modificabile in tempo reale in base alle esigenze aziendali, le PA possono effettuare l’ordine di acquisto o di offerta. Ad oggi, Sistema Impresa Roma ha ricevuto diverse richieste di abilitazione al Mercato delle PA da piccole e medie imprese di diversi settori (farmaceutico, restauro, servizi tecnici ecc.) alle quali ha fornito assistenza per accreditare i cataloghi e i servizi da offrire. Il personale addetto rimane costantemente aggiornato grazie alla partecipazione ai continui seminari online messi a disposizione da Consip.

 Il rapporto con le istituzioni quanto è importante per la tutela degli associati?

 L’associato può contare su un costante punto di riferimento grazie al quale poter dialogare con le Istituzioni per la risoluzione di problematiche specifiche della realtà economica locale. La rappresentanza, infatti, è l’attività che caratterizza la principale funzione di Sistema Impresa Roma e che vede nell’Organizzazione un interlocutore diretto e attivo presso le Istituzioni pubbliche. Sistema Impresa Roma infatti promuove e tutela gli interessi morali, sociali ed economici degli associati nei confronti di qualunque organismo pubblico o privato. In tal ambito, contribuisce ad affermare il ruolo sociale delle imprese rappresentate e il loro peso nella crescita economica del territorio.

OiRA: uno strumento semplice e gratuito per la valutazione dei rischi aziendali

La valutazione dei rischi è un tema di assoluta centralità per garantire la sicurezza in ogni ambiente di lavoro. Essa “deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari”.

L’OiRA (Online interactive Risk Assessment), lo strumento di valutazione interattiva dei rischi online, semplifica questa procedura.

E’ un software ideato e messo gratuitamente a disposizione degli Stati membri dall’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (Eu-Osha) per aiutare, soprattutto le piccole e medie imprese, nel processo di valutazione dei rischi e nell’individuazione delle misure di prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali.

Ci sono quattro fasi principali per completare il processo di valutazione:

  • Presentazione: Questa fase fornisce una descrizione dello strumento e permette di personalizzare la valutazione in base alla propria realtà aziendale.
  • Identificazione: OiRA presenterà una serie di potenziali pericoli per la salute e la sicurezza presenti sul luogo di lavoro. In questa fase si dovrà rispondere alle domande poste in modo affermativo o negativo. È possibile lasciare in sospeso una o più domande e rispondere in una fase successiva.
  • Valutazione: La fase di valutazione permette di determinare il livello di rischio connesso a ciascun pericolo identificato.
  • Misure/programma: Nella quarta fase devono essere indicate le misure necessarie per gestire i rischi e le eventuali risorse economiche e/o umane da impiegare a tal fine. Alla fine del processo sarà possibile stampare il report finale.

Considerati gli esiti delle due fasi di sperimentazione nazionale e acquisito il parere favorevole della Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro nella seduta del 3 maggio 2018, è stato adottato in data 23 maggio 2018 il Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali che recepisce lo strumento di supporto, rivolto alle micro, piccole e medie imprese, per la valutazione dei rischi sviluppato secondo il prototipo europeo OiRA, dedicato al settore “Uffici”.

L’applicativo sarà reso disponibile gratuitamente sui siti internet istituzionali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dell’INAIL.